L’area di Bedanda si trova a sud del paese, lontana dai maggiori centri e completamente priva di efficaci vie di comunicazione. Un tempo considerata il granaio del paese, soffre della lontananza dai pochi e poveri servizi di base. A causa delle continue tensioni interne, della emergenza economica e della situazione socio-politica, il servizio sanitario pubblico a Bedanda è pressochè inesistente: non ci sono ospedale pronto soccorso; nel piccolo ambulatorio pubblico presente non ci sono nè medicinali nè personale.

La missione di Bedanda offre un servizio ambulatoriale con l’intento di curare le malattie più frequenti (come la malaria); educare alla prevenzione delle malattie veneree (come l’AIDS); indirizzare gli ammalati nei servizi specializzati (sempre in altre missioni); curare bambini, mamme, orfani e denutriti.

In questo lavoro aiutano le suore un’infermiera e alcuni collaboratori locali, persone preparate e molto disponibili nel portare avanti un servizio di cura e prevenzione a questo popolo che tanto lotta per vita e dignità.

OBIETTIVI

Raccogliere fondi per garantire lo stipendio agli operatori affinchè possano continuare questo servizio indispensabile; acquistare medicinali e cibo per curare i bambini denutriti.

COSTO DEL PROGETTO
  • stipendio mensile di un’inferniera: € 80 (stipendio annuale € 960)
  • stipendio mensile di un collaboratore (4 persone): € 60 (stipendio annuale € 720)
TOTALE € 3.840