Carissimi amici,

Pace e bene a voi! Come state? E le vostre famiglie?
Noi stiamo bene e ringraziamo al Signore che ci accompagna e conduce la nostra vita e la nostra missione. Forse, la domanda che vorreste farci è questa: come va la situazione là in Guinea? Ce’
l’epidemia Ebola? Dicendo Guinea molti pensano a noi Guinea Bissau, ma per il momento
siamo protetti, è la nostra vicina Guinea Conakry , con la quale confiniamo, che è tra i Paesi
colpiti. In verità’ non siamo molto distanti, c’è chi viene anche con la bicicletta da questo
paese , ma fino ad oggi non si è verificato nessun caso. Da quando abbiamo il nuovfvvo Governo, dal maggio scorso, stiamo percependo che ora le cose stanno migliorando in vari settori: dalla salute pubblica, all’educazione, all’amministrazione, all’aeroporto…A partire dall’epidemia dell’Ebola, sono in atto iniziative di igiene e di pulizia non solo nelle nostre città ma persino nelle nostre tabanche disperse in mezzo alla foresta. In molti luoghi non si possono più’ vendere i prodotti lungo i marciapiedi, per terra, ma bisogna avere un tavolino; è stato sospeso l’unico mercato che esisteva vicino a noi, a Kubumba, così il pellegrinaggio a Cacheu, onde evitare il contagio. La radio “SOL MANSI” continua a dare informazioni per prevenire l’epidemia: l’Ebola fa molta paura e se dovesse diffondersi sarebbe un autentico problema farvi fronte con i nostri pochi mezzi. Già’ da mesi sono chiuse le frontiere con la Guinea Conakry e sono sotto stretto controllo anche con il Senegal. Una cosa molto bella è che ora da 0 a 5 anni la consulta medica dei bambini è gratuita; c’è un controllo più’ esigente negli ospedali. Chi apre cliniche o posti di salute senza autorizzazione, oltre a una forte multa, vengono chiuse. Molti tentano di approfittare del bisogno dei poveri per guadagnarci sopra ma finalmente ci sono dei ministri che hanno preso sul serio il servizio al popolo. Altra cosa bella è che sono molti ragazze/i che s’iscrivono alla Scuola per Infermieri e per futuri Medici.

E’ stato cambiato il capo delle Forze Armate, che fino a poco tempo fa facevano il bello e il brutto tempo nel Paese; il nuovo capo si è detto disponibile a obbedire al Governo in tutto ciò’ che è per il bene del popolo. E si percepisce che il clima è cambiato. Il capo del Governo sta esigendo le fattura e la distinta di come viene usato il denaro pubblico, i conti puliti e veri, altrimenti le persone  vengono rimosse o non viene dato più niente. Restano ancora buchi grandi di debiti, ma alcuni passi sono stati fatti. Per esempio sono stati pagati ai funzionari pubblici gli stipendi di alcuni mesi di ritardo, è già’ qualcosa per chi da anni non riceveva nulla. Anche nel campo dell’educazione sono stati pagati alcuni mesi di ritardo ai professori, stanno recuperando alcuni edifici scolastici. Quest’anno la scuola nella nostra tabanca, arriva fino alia 3a superiore, è una conquista per noi tutti, seno’ i ragazzi devono andare in altre cittadine , lontani dalle loro famiglie con tutte le conseguenze che ciò’ comporta. Da parte nostra facciamo il possibile per sensibilizzare e aiutare.

Noi fraternità Sr. Rina, Sr. Lidia e Sr. Irina, serviamo con gioia e amore i nostri fratelli. Nel Centro di Salute che è anche centro di recupero nutrizionale, collaboriamo con Sanqueia, con la Farmacia e alcuni generi alimentari di base. E’ bello vedere come i bimbi e le mamme recuperano in peso e perciò’ in salute!   La Scuola Materna accoglie 115 bimbi divisi in 4 sale: sono una meraviglia!!! Assieme alle educatrici cerchiamo di PROMUOVERE LA VITA di ogni bambino e , poco alla volta, anche delle loro famiglie.

La Comunità’ Cristiana è piccola ma in crescita; il Padre viene da una missione vicina 2 volte la settimana per la S. Messa che è sempre ben animata con i tamburi, il coro, i tantissimi bambini. Quest’anno abbiamo avuto la gioia dell’Ordinazione di due frati Minori, la Professione Solenne di altri due frati e la professione semplice di altri tre. Sia a Bissau che qui a Bedanda collaboriamo bene insieme.

Anche la Vita Religiosa sta camminando; le giovani suore e i religiosi sono più di trenta., di varie Congregazioni. Attualmente noi Suore Francescane di Cristo Re abbiamo  cinque juniores  (giovani suore),l una novizia,  quattro Prè-postulanti e tre aspiranti. Tutte sono figlie della Guinea.. L’invito di Gesù di pregare perché il  campo è  grande  e  i lavoratori  sono pochi è’ attualissimo, perciò l’invito è di unirvi con la preghiera perché il seme della vocazione possa crescere, maturare e…dar frutto, secondo il disegno del Signore.

Come vedete ogni giornata è bella e piena, disoccupazione zero! Al contrario perché il Regno di amore, giustizia, pace, solidarietà’…cresca in ogni fratello, nelle famiglie, in mezzo a questo nostro popolo, facciamo del nostro meglio, ricominciando ogni mattina

Con la certezza che Dio Padre ama chi dona con gioia, vi  salutiamo e vi auguriamo ogni bene. Vi portiamo nel cuore e vi presentiamo a Gesù Eucaristia.

Suore di BedandafvvBEDANDA

e brac